Collegamento Hotel Califfo
   
  • 11
  • 17
  • 7
  • 19
  • 12
  • 8
  • 2
  • 6
  • 18
  • 16
  • 15
  • 5
  • 1
  • 14
  • 13
  • 10
  • 4
   

UNA QUESTIONE DI PRINCIPIO

La squadra formata da Paolo Piras, Simona Puggioni, Denise Putzu e Franco Demuru, che partirà per il trofeo III categoria che si svolgerà a Salsomaggiore dal 13 al 15 maggio, avrà come società di riferimento Quartu Bridge. Questo grazie alla testardaggine di Paolo Piras, che ha voluto fortemente che il nome della nostra associazione comparisse sotto il nome della squadra. La storia è questa. La squadra, essendo composta per ¾ da componenti della nostra associazione, sembrava naturale che vedesse in  Quartu Bridge la società di riferimento. Purtroppo non tutti  erano d’accordo con questa logica soluzione, e volevano far risultare che la società di riferimento fosse l’Associazione Bridge Cagliari. A questa richiesta Paolo ha risposto con la decisione che non sarebbe più partito. La decisione di Paolo non è stata frutto di un infantile capriccio. Paolo ha preso questa decisione perché non voleva accettare quella che per lui, per me e per il nostro Presidente, sarebbe stata un’ingiustizia. E’ prassi comune che la società di riferimento sia la società più rappresentata, non c’è scritto da nessuna parte nel regolamento, ma noi riteniamo che sia solo una questione di buon senso. Franco Furia partirà per il campionato allievi che si svolgerà negli stessi giorni, insieme a tre giocatori della scuola di Selargius, e per noi è normale e giusto che venga riconosciuta come società di riferimento la Polisportiva Selargius 91, esattamente come l’anno scorso e due anni fa, abbiamo ritenuto normale e giusto che la società di riferimento dove ha partecipato lo stesso Paolo Piras, fosse Poggio Bridge, per il semplice motivo che tutti gli altri componenti della squadra, erano della scuola di Poggio. Paolo ha tutta la mia stima, la stima del nostro Presidente e spero di tutta l’associazione, per aver combattuto perché venisse rispettato questo principio. Denise e Franco devono essere orgogliosi per avere nella squadra un portacolori di tale risma, e sono sicuro che anche Simona, alla quale va tutta la mia amicizia, capirà perfettamente  quali siano state le ragioni di Paolo. Paolo ha giocato per Poggio, e Quartu e il suo maestro sono stati felicissimi dei risultati ottenuti da un suo rappresentante, così come sono sicuro che  l’Associazione Bridge Cagliari sarà felicissima di vedere i risultati ottenuti dalla sua allieva, anche se gioca con tre giocatori di Quartu.  Per fortuna la faccenda si è felicemente ricomposta, adesso l’augurio sarà soprattutto che vi divertiate e, perché no, anche che giochiate un buon bridge.  Forza ragazzi, divertitevi, divertitevi, divertitevi e… ma sì, il resto ha meno importanza.

Prossimamente parleremo dell'altra nostra squadra che parteciperà ai campionati.

   
© Webmaster RACas